Paolo Gangini Blog's


Mi piace sentire il silenzio della foresta che cresce…


Come ti faccio fuori una piccola realtà imprenditoriale locale

Sul quotidiano L’Arena in edicola oggi, trovate l’articolo completo ma qui metto in evidenza solo che le soluzioni potrebbero sicuramente essere state altre, bastava la volontà politica.

O forse sono mancate entrambe le cose: sia la volontà che la politica (quella seria). 🙁

… Per tutti, genitori, educatrici, ma anche per lo stesso sindaco Riccardo Fagnani, è stato un fulmine a ciel sereno: poco fa tutti avevano partecipato alla festa per il 25esimo anniversario della cooperativa bovolonese, gestita ancora oggi dalle stesse educatrici che a metà anni ’80 si inventarono un servizio che non esisteva in paese iniziando in un semplice appartamento. «Il Giardino», con 26 soci, 15 educatrici, una cuoca, quattro ausiliarie e un impiegata ha ampliato, inoltre, la propria attività nei comuni di Oppeano, Isola Rizza, Legnago, gestendo anche centri estivi, doposcuola e laboratori. La cooperativa possiede anche la certificazione UNI EN ISO 9001:2000 per la «Progettazione e gestione di servizi socio educativi per la prima infanzia» …

 

E se la smettessimo di fare comizi?

Ora, capisco che ai leghisti sia concesso (e sempre) “spararla grossa” per poi, chiaramente, rettificare quanto detto, ma se si comportano allo stesso modo anche ministri di altri schieramenti siamo proprio alle comiche finali…

Dobbiamo rinunciare ad una quantita’ di regole inutili: siamo in un mondo dove tutto e’ vietato tranne quello che e’ concesso dallo Stato’. Lo ha detto il ministro dell’Economia Tremonti, ieri al Berghem fest, sottolineando che ROBE COME LA 626 SONO UN LUSSO CHE NON POSSIAMO PERMETTERCI.
L’Ue e l’Italia si devono adeguare al mondo.”

Fonte : ANSA

Fate i seri, please. Ne va del nostro futuro.