Mi piace sentire il silenzio della foresta che cresce…
Saturday September 25th 2021

La città che non c’è più…

Un altro pezzo di Verona che se ne va è il Teatro Laboratorio di Ezio Maria Caserta che si trova nelle vicinanze di Ponte Pietra.
Luogo di teatro “d’avanguardia” e non solo, ha accompagnato negli anni ’70-80 quei giovani che cercavano a Verona quel teatro che più si allontanava dai canovacci di Goldoni, spesso proposte nei cortili e chiostri veronesi nel periodo estivo.
In particolare ricordo alcune tragedie greche ed alcuni performance di mimo seguite assieme a qualche amico/amica che, ricercava, per quanto possibile a Verona, occasioni di cultura alternativa.
Ora, sembra, tornerà ad essere quello che era molti molti anni fa: la stazione di partenza della funivia per Castel San Pietro. Sarà vero?

Related Tags:

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.

More from category

Sinergia, questa sconosciuta…
Sinergia, questa sconosciuta…

E’ vero, sempre più, che il miglioramento si ottiene quando persone di idee e passato diverso, nel rispetto [Read More]

Ricordando Mario Donadoni

Grazie alla disponibilità della redazione della rivista mensile bovolonese “La Rana” e dell’amico [Read More]

Oggi è la giornata per la Vita!

Auspichiamo e vogliamo impegnarci per educare alla pienezza della Vita, sostenendo e facendo crescere, a partire dalle [Read More]

Finanza creativa e solidale: i Pizza-Bond!

  Ventimila dannatissimi euro. È questa la cifra che serve ai Contadini&Cucinieri per pagare i debiti [Read More]

Insider

Archives