Paolo Gangini Blog's


Mi piace sentire il silenzio della foresta che cresce…

Archive for the ‘Di tutto un po’’


Parliamo di cose facete..

Troppo rumore nei nostri telegiornali. Meglio rilassarsi con letture…
E, solo leggendo, a proposito di rumore, ecco una dichiarazione del grande Paul McCartney:

Oggi escono dischi che sembrano registrati in acciaierie.
Solo rumore, tanto ritmo e zero melodie.
Questo, molto più del download illegale, ha innescato la crisi del mercato discografico.
Ma perchè dovrei portarmi a casa un CD di rumori?
Allora, preferisco il suono del mio trapano.

L’insostenibile costo di Fede

Copio ed incollo come trovato sul sito di Beppe Grillo…

Fede costa agli italiani 350.000 euro al giorno. Dal primo gennaio 2006, con effetto retroattivo. La Corte di Giustizia Europea ha condannato l’Italia a una multa di circa 130 milioni di euro all’anno se Rete 4 non cederà a Europa 7 le frequenze che Testa d’Asfalto ha in concessione dallo Stato. Per l’Europa l’assegnazione delle frequenze in Italia non rispetta la libera prestazione dei servizi e non ha criteri di selezione obiettivi.
La sentenza europea è la terza a favore di Europa 7 dopo quelle della Corte Costituzionale e del Consiglio di Stato. Testa d’Asfalto toglie l’ICI, ma introduce il canone Fede. Non ci sono conflitti di interessi? Perchè gli italiani devono pagare per guardare Fido Bau ogni sera? Se il concessionario pubblico di tre reti nazionali Testa d’Asfalto non sposterà Rete 4 sul satellite gli italiani alla fine del suo prossimo glorioso quinquennio pagheranno circa UN MILIARDO di euro di multa considerando gli arretrati.
Testa d’Asfalto è un genio, oltre alla concessione pubblica, la pubblicità a pagamento su tre reti avute in eredità da Craxi, avrà anche il finanziamento pubblico. Il ministero delle Comunicazioni non c’è più. In realtà non c’era neppure prima. Gentiloni che potrà dedicarsi di più al tennis con Ermete invece di passare lunghi week end ad Arcore.
L’ Agcom con il supporto del PD e della Repubblica e della Finocchiaro e di Topo Gigio è impegnata a tempo pieno sul pericoloso Travaglio. Se pò fà. Con i nostri soldi se pò fà.
Per sapere quanto stiamo versando al Presidente del Consiglio per non applicare le sentenze su Rete 4 scaricate e diffondete il banner. E’ bello contribuire al successo economico di Testa d’Asfalto con le nostre tasse.

Mitraglia radiofonica

Se Enrico Mentana è soprannominato “mitraglia” per la sua velocità di parlare alla televisione, direi che Emanuela Falcetti è la sua collega radiofonica.
Ascolto la Falcetti tutte le mattine su RAI RadioUno recandomi al lavoro: la sua trasmissione, esplosiva e veloce, nasce alla radio, si propaga per un certo periodo su un canale satellitare della RAI e ritorna alla fine per qualche minuto alla radio prima del radiogiornale.

Istruzioni per l’uso questo è il titolo della trasmissione: una trasmissione costruita quotidianamente leggendo i giornali e commentando le notizie con ospiti al telefono con l’intento di dare, alcune istruzioni per l’uso partendo dalle notizie che di giorno in giorno leggiamo.
Direi che la trasmissione è piacevole, salvo forse un po’ di ansia che traspare ascoltando la Falcetti per la sua foga di far passare più informazioni possibili fino ad arrivare, spesso, ad essere tagliata dalla pubblicità causa tempo scaduto.

Questa mattina, per un utilizzatore di mezzi informatici come il sottoscritto, ho sentito una frase della mitica Emanuela che mi ha profondamente colpito e che ho apprezzato: “Ai vostri ragazzi super esperti di computer, a casa ed in classe, fate vedere e leggere giornali e libri. Fategli annusare la carta di cui sono fatti…

Brava Emanuela! Sono con te! Ogni mezzo deve essere usato nella giusta misura e non esiste altro come la lettura di un libro che, per i tempi corretti propri della lettura, ci permette di pensare!